Risotto al cavolo nero di Toscana e croste di formaggio,

con timo e maggiorana

ricetta di: Anonimo

Ingredienti

5 persone

  • 350 g di riso vialone nano, va bene anche carnaroli

  • mezza cipolla di Tropea, si possono usare anche altri tipi di cipolla

  • 6 o 7 cucchiai d'olio extra vergine d'oliva

  • 5 foglie medio grandi di cavolo nero di Toscana

  • 100 g di croste di formaggio, per questa ricetta sono state usate croste di grana padano

  • 1,5 litri di brodo vegetale (sedano, carote, cipolle, sale), in alternativa si può fare anche con un composto disidratato

  • mezzo cucchiaio di sale grosso

  • 70 ml di vino bianco da tavola

  • timo e maggiorana in foglie, se non disponibile vanno bene anche quelle essicate

Procedimento

Mettere 5 cucchiai d'olio in una casseruola e accendere il fuoco al minimo, va bene il fornello medio. Non appena l'olio inizia a scaldarsi versare dentro la cipolla tagliata a pezzettini e mescolare qualche secondo

Mentre la cipolla si cucina, bastano 5 minuti, tagliare a pezzettini le foglie del cavolo nero di Toscana. In una pentola a parte scaldare il brodo vegetale.

Aggiungere il cavolo nero di Toscana nella casseruola e mescolare qualche secondo aggiungendo altri due cucchiai d'olio

Mentre cipolla e cavolo sono in cottura, circa 10 minuti, mettere il riso in una padella con fuoco vivace per dargli una leggera tostatura e mescolarlo continuamente per scaldarlo ovunque

Quando il riso sarà abbastanza caldo, fate fatica a tenerlo in mano, versare dentro il vino e aspettare qualche secondo che sia completamente evaporato continuando a mescolare

Versare il riso nella casseruola e amalgamarlo a cipolla e cavolo mescolando qualche secondo e aggiungere due mestoli di brodo fumante

Per capire quando bisogna aggiungere altro brodo potete provare a fare un piccolo solco nel riso, se il solco farà fatica a richiudersi vuol dire che il riso ha quasi assorbito tutto il liquido

La fiamma va mantenuta sempre bassa, non bisogna avere fretta di fare il risotto, se la fiamma è troppo alta il riso verrà lesso, invece dobbiamo cercare di "risottarlo" meglio che possiamo. Man mano che il brodo è assorbito aggiungere due mestoli di brodo alla volta sempre mescolando. Dopo due volte che aggiungete il brodo versate dentro anche il sale.

Prima di aggiungere nuovamente il brodo assaggiate il riso, deve essere morbido fuori e duro dentro. Il brodo può non servire tutto oppure può essere che dobbiate aggiungerne altro, dipenderà dal tipo di riso e dalle verdure. Se vedete che state per finire il brodo quello che rimane potete allungarlo con un bicchiere o due d'acqua molto calda.

Quando il riso è pronto, spegnere la fiamma, aggiungere sopra i pezzettini di crosta di formaggio e mescolare energicamente per un minuto, così facendo le parti tenere delle croste si fonderanno per mantecare il risotto e le parti più dure sarà un piacere trovarle sotto il palato quando assaggerete il risotto.

Se il riso è troppo addensato potete aggiungere poco meno di un mestolo di brodo e mescolare per qualche secondo, in questo modo si formerà una deliziosa cremina. Siamo pronti.

Ed ecco pronto il risotto. Mettete sopra alcune foglioline di timo e di maggiorana che lo profumeranno ancora di più!

consiglio: se non avete un orto dove mettere a dimora timo e maggiorana potete sempre comprare queste erbe aromatiche in un piccolo vaso da un vivaio e tenerle anche sul balcone di casa. Sono due erbe aromatiche che tollerano bene anche il freddo e potranno insaporire tanti vostri piatti.

Buon Appetito!

  • Facebook Icona sociale

 Comunità Parrocchiale di San Siro - Bagnoli di Sopra (PD) - 0495344378 o 3404561723